Ultime:

Legge di stabilità 2017: 818 euro in meno per i pensionati

Nel 2015 il reddito medio dei pensionati era aumentato di 283 euro: gli stessi avevano quindi un reddito annuale che si assestava intorno ai 17.323 euro. Tuttavia, il trattamento pensionistico introdotto dalla Legge di Stabilità 2017, ha diminuito nuovamente l’ammontare dell’assegno di ben 818 euro. Nonostante il costo della vita sia costantemente in aumento, l’ammontare dell’assegno percepito dai nostri pensionati si presenta tendenzialmente in diminuzione. Come Federazione Confasset riteniamo che tutto ciò sia intollerabile e non garantisca condizioni di vita adeguate ai nostri pensionati. Invitiamo il nuovo Governo Gentiloni ad intervenire rapidamente per garantire condizioni di vita dignitose ai pensionati del nostro Paese.

Dai dati Istat emerge anche che le famiglie con un pensionato in casa migliorano la qualità di vita. Non di rado, infatti, alcuni nuclei familiari sono supportati nella gestione delle spese dagli assegni pensionistici di genitori o parenti, talvolta anche d’invalidità. Il rischio povertà per queste famiglie è infatti minore di quello stimato per quelle prive di pensionati al loro interno.

 

Scuola, Fedeli firma decreto con regole concorso abilitati scuola secondaria

on 15 Dicembre 2017
Scuola, Fedeli firma decreto con regole concorso abilitati scuola secondaria

La Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca,...

Pubblicato il nuovo bando di concorso da 2.425 posti per dirigenti scolastici

on 25 Novembre 2017
Pubblicato il nuovo bando di concorso da 2.425 posti per dirigenti scolastici

Pubblicato il nuovo bando di concorso da 2.425 posti per dirigenti scolastici, d...

Pronto il bando di concorso da 2.425 posti per i dirigenti scolastici

on 24 Novembre 2017
Pronto il bando di concorso da 2.425 posti per i dirigenti scolastici

Domande per la partecipazione dal 29 novembre al 29 dicembre Fedeli: “Da b...

« »

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione e i nostri servizi. Continuando ad utilizzare questo sito si acconsente all'utilizzo dei cookie.